Sono state introdotte le nuove regole per la nuova patente nautica

Le modifiche dei quiz di teoria e degli esercizi di carteggio sono una delle novità del nuovo esame istituito dal ministero.

Il vecchio esame era per lo più teorico, poco realistico, per le attuali esigenze relative alla navigazione da diporto.

Molte persone sono state scoraggiate dalle vecchie regole, per questo si pensa che la riforma appena entrata in vigore porterà nuovi utenti, che saranno formati con un’attenzione particolare sulla sicurezza.

Le prove saranno più pratiche che teoriche, perché è stata eliminata tutta la parte vecchia e obsoleta, e dato valore alla navigazione pratica, effettuata su scafi con motorizzazioni e attrezzature veliche attuali.

Se hai superato la prova scritta, ma non hai superato per le due volte consentite la prova pratica, puoi dare nuovamente l’esame entro trenta giorni dalla sola pratica.

La “nomenclatura” dell’unità nelle nuove norme è limitata alla conoscenza delle parti principali dello scafo. Per la parte relativa alle piccole avarie, devi essere a conoscenza di come intervenire in tutte quelle situazioni, che non richiedano un intervento non specialistico.

Si è data una maggiore importanza nei quiz all’argomento “manovre e condotta”, alle precauzioni da adottare all’ingresso e all’uscita dei porti; alla navigazione in prossimità della costa e dei bagnanti; ai limiti di velocità ed elementi sulla protezione dell’ambiente marino.

Può sostenere l’esame se hai effettuato almeno 5 ore complessive di manovre, attestate da una scuola nautica.